Ufficio Agricoltura

Home > Contenuti statici > Albi ruoli e licenze > Ufficio Agricoltura

Sono tenuti ad iscriversi all`Albo tutti i produttori di vini a Denominazione di Origine Controllata; vanno inoltre annotate le variazioni di consistenza dei terreni vitati già iscritti, le modificazioni dei sistemi di coltivazione e le variazioni nella conduzione dei terreni.

L`iscrizione all`Albo serve per poter effettuare la “denuncia delle uve” – da parte dei conduttori di terreni già iscritti – destinate alla produzione di vino a Denominazione di Origine Controllata, al Comune competente per territorio. Ciò al fine di commercializzare il prodotto con la rispettiva denominazione.

I terreni vitati destinati alla produzione di vini ad Indicazione Geografica Tipica devono, invece, essere denunciati ed iscritti nell`Elenco speciale delle vigne.

Le denominazioni d’origine

Le denominazioni di origine sono nomi geografici di territori ai quali viene riconosciuto ufficialmente, con Decreto del Ministro delle Risorse Agricole, la particolare vocazione alla produzione di prodotti con caratteristiche peculiari, legate al tipo di terreno ed alle specifiche tecniche di lavorazione adottate.

Le denominazioni di origine sono classificate in:
  DOCG – denominazione di origine controllata e garantita;
  DOC – denominazione di origine controllata
  IGT – indicazione geografica tipica, in relazione del maggiore o minore pregio dei prodotti;
  DOP – denominazione di origine protetta.

In provincia di Agrigento sono, fino ad ora, state riconosciute cinque denominazioni di origine controllata per vini e una indicazione geografica tipica per i vini e non c’è alcun riconoscimento di denominazione controllata e garantita.

I vini a denominazione d’origine controllata sono:
• DOC SAMBUCA DI SICILIA
• DOC SCIACCA
• DOC MENFI
• DOC SANTA MARGHERITA BELICE
• DOC CONTEA DI SCLAFANI

I terreni situati nei territori che hanno ottenuto il riconoscimento della denominazione di origine e che s’intende destinare a produzioni qualificate con le denominazioni suddette, devono essere iscritti in apposito Albo dei vigneti, presso la Camera di Commercio della provincia nella quale il terreno è situato.

Pagine: 1 2 3 4 5